Incoronazione Re Carlo III: ai presenti non è sfuggito un dettaglio preoccupante, le immagini che allarmano i sudditi

A pochi giorni dall’incoronazione il Re Carlo III sta facendo preoccupare per la sua salute. Ecco di cosa soffre il sovrano britannico

Il giorno più atteso dell’incoronazione di Carlo III è appena trascorso, emozionando tutto il mondo per l’importanza dell’evento. Il Re, dopo la morte della madre Elisabetta, ha preso il posto della Regina e ora è pieno di impegni quotidiani che hanno stravolto la sua vita.

Carlo III dettaglio preoccupante
Il dettaglio preoccupante di Re Carlo che ha allarmato i sudditi (Ansa) – cinelol.it

In questi mesi Carlo III si sta godendo un ruolo importante e simbolico, non solo per i britannici. Ma alla sua veneranda età di 74 anni ci vuole tanta determinazione ed energia per affrontare la sua nuova sfida. Sembrerebbe che il sovrano stia trascurando anche la sua salute, poiché non è sfuggito un dettaglio preoccupante che ha sconvolto i presenti alla cerimonia dell’incoronazione.

Il dettaglio preoccupante della salute del nuovo Re

Mentre Re Carlo III d’Inghilterra firmava i documenti, ha attirato l’attenzione il gonfiore e il rossore delle sue dita. Dall’aspetto delle sue mani, tutto indica che il monarca soffra di dattilite o “dita a salsiccia”. Questa infiammazione, che rende le dita delle mani simili gonfie, può essere accompagnata da dolore e arrossamento e rendere difficoltoso il movimento delle dita, anche se nel caso del re Carlo III non sembra che gli impedisca di prendere la penna per firmare documenti.

Carlo III dettaglio preoccupante
Il re Carlo ha la dattilite? (Credit Instagram: @king_charles_camilla) – cinelol.it

Ancora non si sa se il Re soffra di questo disturbo, ma certamente l’aspetto delle sue mani fa intuire che si tratti di dattilite. La causa di questo disturbo solitamente è un’infezione o una malattia autoimmune. Ci sono diverse situazioni o malattie che possono causarla e avviene per le seguenti patologie:

Artrite psoriasica. È la principale causa di dattilite e colpisce un terzo delle persone con questa malattia. Probabilmente è la causa della dattilite del re Carlo III. Si noti che l’artrite reumatoide non causa le dita di salame.

Sarcoidosi. Questa è una malattia infiammatoria autoimmune che colpisce organi come il cuore, i reni, il fegato o i polmoni. In alcuni casi può colpire ossa e muscoli delle mani e causare infiammazione.

Anemia falciforme. Questa malattia colpisce i globuli rossi, che invece di avere forma di disco hanno forma di falce, rendendo difficile il trasporto dell’ossigeno nel corpo. La dattilite è spesso il primo sintomo dell’anemia falciforme. E’ una condizione più comune nei bambini.

Tubercolosi. Le dita salsiccia possono essere una conseguenza della tubercolosi, un’infezione ai polmoni, che provoca infiammazione ossea e gonfiore e dolore alle dita. La dattilite da tubercolosi è rara.

Sifilide. I neonati che nascono con la sifilide contratta dalla madre possono sviluppare la dattilite. Problemi di circolazione. I problemi di circolazione possono favorire infezioni della pelle (causate da Streptococcus o Staphylococcus) che provocano infiammazione alle dita con vesciche. Questo tipo di dattilite è molto dolorosa.

Il trattamento dipenderà dalla causa che provoca la dattilite e la cura cambia in base all’origine della patologia. Nel caso di Carlo III, diverse fonti suggeriscono che potrebbe trattarsi di un problema di circolazione o di artrite psoriasica. Questa malattia può presentare fasi di dattilite, ma un buon controllo della patologia con il trattamento adeguato riduce i sintomi.

Impostazioni privacy