Anziani ma in forma, come contrastare i dolori grazie alle piante

Essere anziani non significa necessariamente tenersi i dolori che hai! Ecco come puoi contrastarli facendoti aiutare dalle piante.

Quante volte abbiamo sentito la nonna lamentarsi per dei dolori articolari? Sicuramente molte volte anche se ormai la terza età non è più come una volta e i nostri anziani spesso sono più in gamba dei giovani! Si mantengono in forma e sono molto attivi, è anche vero però che l’età comunque avanza e le fragilità cominciano a farsi sentire. Molte volte vogliono evitare di prendere farmaci sapendo che potrebbero creargli altri problemi ma in realtà c’è un modo per evitare i composti chimici e contrastare ugualmente il dolore.

Gli anziani hanno spesso dolori alle ossa-come contrastarli senza farmaci
Essere anziani a volte crea fragilità ma si può contrastarle senza farmaci-cinelol.it

La vita media è aumentata, sicuramente le scoperte mediche ed il progresso tecnologico ci hanno aiutato a prolungare la nostra esistenza e anche vivere meglio un periodo così delicato come la vecchiaia. L’insegnamento principale che tutti noi abbiamo acquisito, giovani e vecchi, è che la prevenzione è fondamentale per godere di una vita più lunga e sana: mangiare bene, muoversi e allenare sempre la nostra mente. A volte però, nonostante un soggetto sia in buona salute, con l’età spuntano i primi dolori soprattutto alle articolazioni che comunque invecchiano; per contrastarli gli anziani hanno una grande possibilità: le piante.

Se soffri di dolori reumatici o alle articolazioni puoi contrastarli senza bisogno di farmaci, con le piante.

Quando si cominciano ad avvertire i primi dolori reumatici o articolari è bene domandarsi innanzitutto se ci si  muove abbastanza: è fondamentale mantenere il corpo in allenamento, ma se, nonostante questo, si avvertono dei dolori è bene correre ai ripari e contrastare l’infiammazione. ecco le piante che non bisogna mai farsi mancare:

  • La betulla: ha un’azione drenante, aiuta ad eliminare quei liquidi che si formano nelle articolazione in presenza di infiammazioni. Favorisce inoltre l’eliminazione dell’acido urico che spesso è presente nei soggetti predisposti ai reumatismi.
Essere anziani non vuol dire subire il dolore-contrastalo così
Se senti dolori per l’età contrastali con le piante-cinelol.it
  • Il salice bianco: contiene acido acetilsalicilico, lo stesso componente dell’Aspirina; ha proprietà, come il farmaco, antinfiammatorie e analgesiche ma rispetto ad esso non crea le condizioni che, per l’uso prolungato, possono insorgere con l’aspirina e cioè le pericolose  lesioni gastriche.
  • L’artiglio del diavolo: contiene l’arpagoside che ha proprietà antidolorifiche ed antiinfiammatorie. Per esprimere tutti i suoi benefici deve essere preso per alcuni giorni ma non è assolutamente tossico per l’organismo.
  • Il frassino: facilita l’eliminazione delle scorie azotate che sono alla base delle infiammazioni reumatiche
  • La liquirizia: utilissima, per proteggere le mucose gastriche, per le persone particolarmente sensibili all’uso prolungato dei fitofarmaci antinfiammatori.

 

Impostazioni privacy